catalogo su ipad

Portare il catalogo prodotti su iPad: bisogna impaginare di nuovo tutto?

Questa è la domanda del momento. I guru della grafica vi diranno che, sì, occorre impaginare di nuovo tutto: non hanno torto (questa volta).
In realtà, la domanda corretta è: per l’iPad utilizzo esattamente lo stesso catalogo che manderei in tipografia?

La risposta è sì quando… va benissimo il catalogo cartaceo, ma:
– l’esigenza è la distribuzione capillare: voglio fare arrivare il mio catalogo, così com’è, ai miei agenti e rivenditori in varie parti del mondo, e stamparlo e spedirlo ha costi eccessivi.
– l’esigenza è l’aggiornamento frequente: aggiornare un catalogo su iPad ha tempi sicuramente più rapidi rispetto ad una ristampa.
– l’esigenza sono poche copie (10 o 20) per una distribuzione rapida.

La risposta è no quando… il catalogo cartaceo mostra i suoi limiti:
– non si possono inserire filmati
– non si possono mostrare 3D in movimento
– non ci sono link diretti al sito
– abbiamo decine di immagini del prodotto, varie angolazioni, ma sul catalogo cartaceo ne possiamo impaginare molte meno
– vogliamo sfruttare la navigazione tipica dell’iPad: in orizzontale come il catalogo cartaceo, ma anche in verticale per gli approfondimenti nei paragrafi.
– vogliamo creare una “terza dimensione”: anziché solo avanti e indietro, il catalogo più essere sfogliato anche in profondità: come un sito.

Nel primo caso, grazie al prodotto Tabletize possiamo importare i pdf, impacchettarli in una App e distribuirlo sull’App Store.
Nel secondo caso, grazie  alle ultime novità della suite Adobe, possiamo reimpaginare il catalogo in InDesign partendo da un progetto e da una architettura completamente nuova.

Se ti è piaciuto questo articolo, perchè non ci scrivi?